Cronache

Throw Throw Burrito, un gioco in cui si lanciano dei burrito!?

Timbro letto per voi

Throw Throw Burrito è il nuovo gioco dei creatori di Exploding Kittens, che nonostante un’idea completamente folle e all’apparenza strampalata, portano invece a casa l’ennesimo grande successo! Siamo davanti a un titolo veloce, originale e divertente. Davvero fuori di testa!

Scatola di Throw Throw Burrito

 

Nella vita di un giocatore arriva un momento in cui si iniziano a fare dei bilanci. Personalmente, se riguardo indietro agli ultimi sei o sette anni, vedo una crescita consapevole e costante abbastanza chiara dei miei gusti ludici, che tende innegabilmente verso il gioco gestionale strategico, di un certo peso, spesso riconosciuto in gergo come mattone o cinghiale. Quei giochi tosti che sotto le venti pagine di regolamento sono da considerarsi filler. Fino a pochi giorni fa non avevo dubbi sul mio percorso ludico, che nonostante buttasse un’occhiata attorno, nel tentativo di differenziarsi e colmare lacune, difficilmente lasciava la strada maestra. Ora però le mie certezze vacillano, peggio dei miei buoni propositi per la dieta davanti a una buona pizza. Anzi, più che davanti a una pizza, davanti a un Burrito!

La giusta dimensione di Burrito

 

Throw Throw Burrito è un gioco di carte per 2-6 giocatori consigliato dai 7 anni, che come ogni Party Game che si rispetti, trova il massimo del suo splendore con un’alta configurazione al tavolo. Il target a cui è rivolto è sicuramente quello family, ma strizza l’occhio anche alle compagnie giovani e “sbarellate” a cui piace divertirsi con poche regole. Asmodee porta in Italia questo prodotto, consapevole del successo di Exploding Kittens, sempre degli stessi creatori, e dei risultati ottenuti durante l’ennesima campagna Kickstarter di successo.

 

Che gioco è Throw Throw Burrito?

 

Sostanzialmente si tratta di un gioco di carte dal regolamento molto semplice, ma dal ritmo frenetico e con dinamiche di vera e propria guerriglia, innescate dalla combinazione di tris di carte. Ogni giocatore partirà con 5 carte e non potrà mai averne più di quel numero in mano. Si scarterà una carta alla propria sinistra e se ne pescherà una dalla propria destra, in un circolo continuo composto con gli altri giocatori.

Tris di carte di Throw Throw Burrito

 

Lo scopo? Fare dei tris di carte dello stesso tipo e calarli davanti alla propria area di gioco, rimpinguare la propria mano e continuare fino al termine del round. I tris giocati daranno punti alla fine, quindi più veloci saranno i giocatori, più possibilità di completare dei tris si avranno. Nel caso il mazzo alla destra si esaurisse, saranno disponibili delle scorte di carte da cui pescare al centro del tavolo, vicino ai burrito.

Dorso delle Carte di Throw Throw Burrito

 

Già, i burrito. Che ci facciamo coi burrito?

 

I burrito si lanciano! Ecco la parte folle del gioco, che lo rende divertente e anche “ignorante”. Ma come e perché? Fra le carte nel gioco ce ne sono alcune con il fondo colorato che riportano alcune scritte:

  • Rissa di Burrito
  • Guerra di Burrito
  • Duello di Burrito

La Rissa di Burrito si verificherà nel momento in cui tre carte con quella stessa scritta e dello stesso colore verranno calate da un giocatore, il quale urlerà (attenzione, non c’è scritto da nessuna parte nel regolamento che si debba urlare, ma è inevitabile che questo accada) Rissa di Burrito! In quel momento i giocatori alla destra e alla sinistra di chi avrà chiamato lo scontro, dovranno essere i più lesti ad afferrare uno dei due Burrito e colpire l’altro. Al giocatore colpito per primo (non varranno colpi di rimbalzo) verrà assegnato un gettone Ferita da Burrito: -1.

Guerra, Duello e Rissa

 

Se nella Rissa di Burrito solo i due giocatori alla destra e alla sinistra verranno chiamati in causa, nella Guerra di Burrito invece ogni giocatore presente (tranne ovviamente chi avrà calato l’apposito tris) avrà la possibilità di prendere il Burrito e colpire un avversario a propria scelta.

 

Duelli degni di un film Western.

Scontri e guerre causeranno esplosioni di carte in giro sul tavolo, ma anche di risate. Nulla però risolverà ogni faida, come un bel Duello di Burrito in stile far west! Una volta chiamato l’apposito tris, il giocatore dovrà scegliere i duellanti (perché no, anche se stesso se lo vorrà) i quali dovranno alzarsi dal tavolo, prendere un Burrito per uno e mettersi (possibilmente in un corridoio) schiena contro schiena. Al grido di “3, 2, 1, Burrito!” si avanzerà un passo alla volta per poi voltarsi e “sparare”. Chi verrà colpito per primo riceverà la Ferita da Burrito, decretando il termine del duello.

Segnalini Ferita da Burrito

 

Il round di gioco terminerà nel preciso momento in cui sarà assegnato l’ultima Ferita da Burrito. Si procederà a contare i punti e chi ne avrà totalizzati di più otterrà l’ambitissimo Distintivo Fatti Sotto. Si proseguirà con un secondo round, con le regole precedenti, ripartendo nelle stesse condizioni iniziali, nel tentativo di strappare il distintivo al detentore. In caso di vittoria di un altro giocatore nel secondo round, vista la situazione di pareggio uno ad uno, ci sarà soltanto un modo per risolvere la questione. Un duello!

 

Una normale sessione di gioco in tre giocatori
Manca un Burrito all’appello!

Ordine di gioco e disciplina in Throw Throw Burrito

Ecco, questi due termini in questo gioco dovrete scordarli proprio, in Throw Throw Burrito non esiste ordine in quello che farete, sia nel turno di gioco che sul tavolo. Potete anche fare dei mazzetti precisi di carte e sistemare ordinatamente i burrito e i segnalini vari, ma nel giro di nemmeno un minuto la situazione vi sarà completamente sfuggita di mano! Carte lanciate a sinistra per la frenesia, tris di carte sovrapposte e lanci di burrito come se non ci fosse un domani, che rimbalzando colpiranno carte, creando ancora più confusione! Con bambini al tavolo sarà ancora più difficoltoso far rispettare la disciplina, fra risate e continue maledizioni alle carte che non vorranno uscire! Abbandonate l’idea di mettere bustine protettive alle carte (parere del tutto personale), sono già incontrollabili così, figuriamoci con quelle protezioni scivolose! La qualità delle carte comunque è nella media e poco importa se dopo qualche partita risulteranno un po’ vissute, è del tutto normale.

Due simpaticissimi Burrito

 

I Burrito sono bellissimi e simpatici cilindretti di schiuma morbida a rilascio lento, ma ovviamente non sono indistruttibili. Una leggera usura si nota fin da subito sulle parti delicate, quali gli occhi, ma nulla di oggettivamente brutto e penalizzante. Ecco, magari evitate di torcerli volutamente in maniera eccessiva, per preservare la forma e l’integrità. 

Carta Pulcino Throw Throw Burrito

 

Conclusioni

 

Io non ho idea di come lavorino in California, ma dev’essere uno spasso! Mi immagino la scena in cui, alla ricerca di un nuovo gioco, sia nato Throw Throw Burrito: ufficio in un grattacielo con ampie vetrate, un tavolo con seduti Brian Spence, Matthew Inman e Elan Lee (gli ideatori del gioco) intenti a grattarsi il mento fino a quando, saltando in piedi, qualcuno di loro grida qualcosa come: “ce l’ho! Facciamo un gioco dove si lanciano dei burrito!” e gli altri in coro, a loro volta alzandosi in piedi, rispondono: “Genio!” detto con la stessa convinzione negli occhi del miglior René Ferretti di Francesco Pannofino!

Segnalino Fatti Sotto

 

Il regolamento è racchiuso in una pagina, sul retro ci sono varianti di gioco a due giocatori, per le stanze piccole, per aumentare il gioco fino a 12 lanciatori di Burrito (con due copie del gioco) e tutta una serie di risposte ad ogni dubbio possa sorgere durante le partite. Il gioco è perfetto per tutti, strappa la risata anche ai fissati precisini come il sottoscritto, ottenendo né più né meno quanto promesso: divertire.

Il Bradipo metallaro di Throw Throw Burrito

 

P.s. ora a casa mia ogni diatriba viene risolta in un unico modo: Duello di Burrito!

 

Se acquisti su Amazon (frequentemente o sporadicamente), puoi aiutare Fustella Rotante cliccando sul banner riportato di seguito, o sui link che hai trovato nell’articolo. Non ti verrà addebitato nessun extra per il tuo eventuale acquisto, mentre Fustella Rotante potrà contare su una piccola (ma importante) commissione. Grazie!

 

Lo sai che ora puoi ascoltare i nostri articoli invece che leggerli?

Logo DungeonDice.it

il Pabis

Redattore capo di Fustella Rotante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dello stesso autore
Close
Back to top button