Cronache

Cavernicoli, a caccia di… Like!

Timbro letto per voi
 

Oggi vi parlo di Cavernicoli, gioco recentemente portato in Italia da Playagame Edizioni, per 2-5 giocatori a partire dagli 8 anni per partite da 30 minuti circa. Non una recensione, conviene specificarlo prima, ma una panoramica del gioco con qualche impressione.

Partiamo dal principio

Sono un acquirente molto umorale. Vado a sentimento. Quando cerco un gioco in scatola mi lascio guidare dall’istinto. Ok, un po’ di competenze se sono qui a scrivere ce l’ho e bene o male sono informato sulle ultime uscite, ma ho la memoria corta e spesso quello che vedo e che mi attira un giorno, poi finisce rapidamente nel dimenticatoio. Così, di recente, mi capita di entrare in un negozio specializzato per cercare un gioco light da giocare in famiglia. La speranza è quella di trovare qualcosa che non sia noioso per me, giocatore esperto, né troppo impegnativo per mia moglie e mio figlio, decisamente giocatori occasionali. Tralasciamo pure il fatto che a casa di giochi così in realtà ne ho già diversi, ma sapete come vanno certe cose… Comunque, appena entro quasi non saluto nemmeno, socchiudo gli occhi, come fossi in stato di trance, alzo leggermente le mani e le muovo appena, come un rabdomante in cerca d’acqua. Sento un tremito nella forza chiamarmi a sé e dopo pochi attimi trovo quello che cerco.

Ok, forse non è andata proprio così, la scatola era in bella mostra subito all’entrata, quindi non è che abbia dovuto fare chissà quale sforzo, ma tant’è…

Sfida uno contro uno

Bando alle ciance, diamo un’occhiata a questo Cavernicoli

Quello che colpisce da subito di questo gioco è l’ottimo comparto grafico, con disegni davvero accattivanti e simbologia semplice e chiara. Altrettanto si può dire per i componenti, dove spiccano tabellone double face e plance giocatore dual layer. Fustelle dal taglio preciso di cartoncino spesso per i diversi segnalini, carte adeguatamente resistenti e l’ottimo regolamento in carta lucida. Da segnalare, appena aperta la scatola, il piccolo momento fai da te iniziale, dove su ogni plancia dovranno essere appiccicate con del biadesivo tre piccole tessere di cartoncino. Nulla di complesso, ci vorranno 2 minuti e dita adulte. Se ci sono riuscito io…

Grotta con Totem Animale e Pittura del cacciatore
Se copri una manina ricevi una carta in più, se copri quella da due ne ricevi due.

Cavernicoli a caccia di… like!

Per ogni membro della tribù la caccia è il momento in cui dar prova del proprio valore, ma un po’ come accade oggi con i social, se non fai una stories o un selfie non puoi raggiungere la memorabilità che ti spetta. Così è oggi e così era all’epoca dei cavernicoli, solo che il loro Instagram erano le grotte, su cui venivano dipinte le grandi gesta nelle battute di caccia.

Acquista Cavernicoli su DungeonDice

Ecco, lo scopo del gioco è proprio questo: dipingere la grotta della propria tribù (le plance giocatore) cercando di marcare con i propri segnalini totem gli obiettivi richiesti dagli anziani, battendo gli altri cavernicoli sul tempo!

È una questione di incastri

In fase di setup verranno rivelate 4 o 5 carte obiettivo in base al numero dei giocatori. Ogni volta che i giocatori soddisferanno coi loro dipinti nelle grotte i requisiti richiesti da una carta obiettivo, collocheranno dei segnalini totem su di essa. Alcuni obiettivi saranno presenti anche sul tabellone per il completamento di righe, colonne o per la caccia di un animale leggendario. Ma come sarà possibile dipingere? Scegliendo e collocando dei polimini di diverse forme, rappresentanti i diversi animali, seguendo alcune semplici regole di piazzamento. Le solite già viste in altri giochi dalla componente simile a Tetris: non uscire dai bordi, non accavallare fra loro le tessere, mantenere una continuità ortogonale fra le tessere già piazzate, ma anche rispettando la disposizione degli animali rappresentati. I cavernicoli quando dipingevano non è che disegnavano i mammut a testa in giù, quindi bisognerà mantenere una logica: le zampe degli animali dovranno essere rivolte sempre verso il basso!

(Potrebbe essere che abbia sbagliato il link del mammut, non fateci caso…)

Chi va piano… arriva dopo!

Prima di dipingere le grandi gesta nelle grotte, bisognerà realizzarle! 

Il momento della caccia permetterà ai giocatori di accaparrarsi i polimini, ma prima bisognerà stabilire un ordine di turno, guadagnando il diritto di scegliere per primi le tessere animale a disposizione nelle zone di caccia. Queste tessere saranno disposte casualmente fin dal setup e rifilate ad ogni inizio turno.

Carta Aiuto Giocatore
Se nel turno non si è riusciti a prendere nessun animale si ha diritto a pescare tre carte!

I cavernicoli di ogni tribù disporranno di 12 carte cacciatore, con valori di caccia da 1 a 6. Per il primo turno, dopo aver mischiato il mazzo, si pescheranno 3 carte. Prima della caccia vera e propria ci sarà una fase di iniziativa in cui si potranno giocare in contemporanea una o più carte coperte dalla propria mano (anche nessuna eventualmente). Questa sarà la forza della propria squadra di cacciatori. Mettendo a confronto la somma dei valori di ogni gruppo di giocatori si determinerà l’ordine di gioco, là dove il numero totale minore assegnerà l’iniziativa. Sì perché i cacciatori con valore più basso, rappresentati più piccoli nel gioco, saranno anche i più veloci. I piccoletti corrono di più quindi sono dei cacciatori migliori! In caso di parità si guarderà il numero riportato nell’angolo in alto a destra delle carte, premiando il possessore della carta con maggiore coefficiente di velocità.

La caccia è aperta

Determinato l’ordine di caccia, i giocatori potranno distribuire i propri cacciatori lungo il tabellone per acquisire una o più tessere animale. In base al valore riportato accanto ad ogni zona, se rispettata la forza nei range richiesti, si potranno ottenere, al termine del fase caccia, una o due nuove carte. Chi non riuscirà o vorrà prendere alcun animale, otterrà tre carte. Tutte le carte utilizzate nella fase di iniziativa potranno eventualmente non essere utilizzate per la caccia. Queste torneranno nella propria mano, pronte ad essere riutilizzate nel round successivo.

Una grotta con parecchi animali rappresentati

Questo è un veloce riassunto, rimando al regolamento, sicuramente scritto meglio di quanto abbia fatto io, per avere un quadro più esaustivo del gioco. La cosa bella è che Playagame Edizioni come di consuetudine mette i propri regolamenti a disposizione degli utenti!

Tile grossa dell'animale Leggendario

Conclusioni

Il gioco sarà una vera e propria corsa al completamento degli obiettivi, ponendo i giocatori davanti alla scelta fra l’essere veloci, quindi con un basso valore di caccia, oppure più forti, ma con tutti i rischi che ne può conseguire cacciare dopo gli altri. I giocatori più esperti potranno controllare il gioco degli avversari, addirittura tenere d’occhio i valori delle carte giocate, cercando di mettere i bastoni fra le ruote soffiando le tessere. Dovranno tuttavia fare sempre i conti con la possibilità di non riuscire a strappare l’iniziativa.

Se questo articolo ti è piaciuto, dai un’occhiata anche a: Oceani Competizione Naturale

Cavernicoli è lineare e semplice da comprendere. C’è una buona variabilità data dalle carte obiettivo, ma in due dopo qualche partita può diventare un po’ ripetitivo. Sembra migliorare sensibilmente all’aumentare dei giocatori, cedendo qualcosa in controllabilità, ma guadagnando ancora più in divertimento. Giusto così. Anzi, giustissimo. Questo è un gioco che per quanto si possa impostare a livello strategico, dev’essere giocato “in scioltezza“. Più adatto alle famiglie che ai giocatori esperti, può comunque essere un gioco simpatico con cui concludere una bella serata ludica, anche per chi è abituato a titoli più impegnativi. L’unica pecca, per i miei gusti (è risaputo che sono pessimi), è la scelta di cambiare il nome originale Prehistories in Cavernicoli. Ne comprendo le motivazioni, ma boh… non mi piace. Il gioco per fortuna sì!

 

Lo sai che ora puoi ascoltare i nostri articoli invece che leggerli?

Logo DungeonDice.it

il Pabis

Redattore capo di Fustella Rotante

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dello stesso autore
Close
Back to top button