Biblioteca LudicaLongform

Mondi di Sabbia | 50 anni di Gioco e di Avventure

Mondi di Sabbia – Linguaggio ed evoluzione dei Giochi di Ruolo nasce spinto dalla precisa intenzione dell’autore Daniele Prisco di creare un linguaggio condiviso, definire, e di conseguenza poter meglio descrivere e parlare, di giochi di ruolo. Sesto volume della collana InGioco, edita da Unicopli e diretta da Emiliano Sciarra, ci catapulta in poco più di 150 pagine in una breve ma funzionale definizione di praticamente tutto ciò che c’è da sapere a proposito di Gioco di Ruolo.

Un tuffo nella storia del Gioco di Ruolo | Dagli anni ’70 a oggi

Mondi di Sabbia apre ripercorrendo i 50 anni di storia del Gioco di Ruolo che ci hanno portato fino a oggi. Verremo immersi in un evocativo racconto di come tutto è iniziato, di come un’idea nata in uno scantinato di una minuscola cittadina statunitense sia stata la scintilla di un movimento che ha portato negli anni migliaia di appassionati a intraprendere, nei panni di personaggi di ogni tipo, le più disparate avventure, attorno ai tavoli di tutto il mondo. Scopriremo come tutto ciò si sia evoluto negli anni ’80 e di come abbia rischiato l’estinzione a metà anni ’90 per mano dei giochi di carte collezionabili (ovvero Magic The Gathering, ndr). Di come sia stoicamente sopravvissuto a tutto questo e di come abbia ottenuto nuova linfa vitale, fino a giungere ai giorni d’oggi, al mercato attuale e alle ultime tendenze.

Mondi di Sabbia e Advanced Dungeons&Dragons
Mondi di Sabbia e Advanced Dungeons&Dragons

Mondi di Sabbia non è solo storia | Elementi del Gioco di Ruolo

Raccontare ciò che ci ha portati fino a oggi non è però sufficiente, se si vuole dipingere un quadro esaustivo del mondo del Gioco di Ruolo. Per avere chiaro l’insieme è necessario per esempio soffermarsi sulla definizione degli elementi che lo caratterizzano. Ecco quindi che Mondi di Sabbia ci presenta una seconda parte dove vengono efficacemente nominate e descritte tutte le componenti ricorrenti. Troveremo quindi giocatori, sessioni, personaggi non giocanti e tutto quello che chiunque abbia giocato di ruolo ha imparato pian piano a conoscere. Ma se si tratta di cose che sappiamo già, a cosa serve che vengano riproposte? Come detto l’intenzione di Daniele Prisco è proprio quella di descrivere un linguaggio condiviso, risulta quindi importante inserire in questo contesto tutti quelli che sono gli elementi dello scenario in questione, anche quando questi possano risultare superflui o scontati ai lettori.

Per tutti i gusti | Sei tipologie diverse tra loro

Va bene la storia, come tutto è iniziato e la magia uscita dalle cantine. Va benissimo la teoria, il chiamare le cose con il giusto nome, e avere la giusta cognizione di ciò che usiamo. Ottimo tutto, ma come scrive giustamente Daniele Prisco, il miglior modo di capire il Gioco di Ruolo è, strano a dirsi, giocandolo. In questo ci viene in aiuto Mondi di Sabbia proponendoci dodici titoli, suddivisi in sei tipologie che spaziano anche moltissimo, dall’Old School fino al NeoTrad, passando per PbtA e Masterfull. Vi dicono poco queste terminologie? Beh sicuramente dovreste leggere più spesso gli articoli qui su fustellarotante.it.

Mondi di Sabbia e Tre Sedici, Dead letter society, Neve, Last Resort, PIccoli investigatori di mostri

Non preoccupatevi, per ognuna di questa è proposta una breve ma esaustiva descrizione, utile ad avere una chiara cognizione del fatto che all’interno della definizione Gioco di Ruolo si nascondono cose anche molto distanti tra loro per meccaniche, sensazioni restituite ed esperienza di gioco. Per ognuna di queste tipologie ci vengono proposti due titoli, accompagnati ognuno da peculiarità e dal perché merita essere giocato almeno una volta. Particolarmente interessante per esplorare ambiti mai provati e uscire dalla propria zona comfort. Giocate solo scatola rossa e non avete mai provato un PbtA? Attraverso Mondi di Sabbia potrete non solo avere una più chiara idea di cosa sia, ma anche sapere quali sono i titoli più rappresentativi in modo da poterne provare uno scegliendo con cognizione di causa.

Mondi di Sabbia non è solo Gioco di Ruolo | Come tutto è cambiato

La potenza del Gioco di Ruolo e l’importanza che questo ha saputo rivestire negli anni ha prodotto non solo un’intera generazione di persone che, anche grazie a questo, hanno approcciato il mondo in modo diverso. Ha prodotto anche una lunga serie di sotto-generi, di prodotti che non rientrano in senso stretto nella definizione Gioco di Ruolo, ma che da esso traggono certamente forte ispirazione, oltre che molti elementi. Daniele Prisco in Mondi di Sabbia ci presenta una disamina che comprende caratteristiche, peculiarità, cenni storici e principali titoli di ognuno di questi. È così che scopriremo che Italo Calvino ha scritto un Librogame, o che il Gioco di Ruolo aziendale non è, a dispetto del proprio nome, un vero e proprio gioco.

Ad
bigo-riquadro

Lontani parenti | Non tutto il Roleplay è Gioco di Ruolo

Mondi di Sabbia non avrebbe potuto ritenersi certo completo senza un passaggio su quelli che potremmo definire i cugini del Gioco di Ruolo. Giochi che hanno in comune alcuni elementi differendo però su molti altri. Avete mai sentito parlare di Murder Party o dei Giochi di Comitato? No? Più interpretativi i primi, più discorsivi i secondi, Daniele Prisco ve li descriverà e ve ne darà alcune nozioni, in modo che non possiate più dire che non sapete di cosa si tratti.

Mettiamoli in fila | Cronologia

Giunti alla fine Mondi di Sabbia ce li mette in fila, uno dopo l’altro. Tutti i Giochi di Ruolo usciti in Italia, dai primi del 1983 fino ad arrivare al 2020, anno di chiusura del volume, pubblicato nel successivo 2021. In una esaustiva cronologia, per ogni anno troveremo riportate in ordine alfabetico tutte le edizioni uscite in Italia dei manuali base, escludendo quindi qualunque tipo di supplemento o manuale aggiuntivo. Se giocate di ruolo da un po’ come chi scrive vi ritroverete quasi certamente a scorrere la lista, rinchiusi in un mentale celo-manca dei titoli provati negli anni, che vi porterà a ricordare di titoli quasi sconosciuti e che avevate colpevolmente dimenticato di aver giocato.

Mondi di Sabbia e Exalted, Wanderhome, l'unico anello Seconda ed e Cowboy Bebop
Mondi di Sabbia e Exalted, Wanderhome, l’Unico Anello seconda ed e Cowboy Bebop
Ad

Conclusioni | È ora di svegliarsi e giocare

Giunti alla fine di Mondi di Sabbia ci rendiamo conto che sì, conoscevamo probabilmente già buona parte della storia del Gioco di Ruolo, conoscevamo tutta o quasi la terminologia esposta e avevamo già giocato i titoli più rappresentativi di ogni tipologia, e anche molti di quelli minori e per nulla rappresentativi. Il pregio di questo volume non sta però nei singoli elementi che propone, e neanche nella forma, non particolarmente elevata e viziata a volte da qualche piccolo errore o parti meno scorrevoli.

La forza qui sta nell’aver messo tutto insieme, nell’aver dipinto quel quadro di cui parlavamo sopra, e di averci messo tutti gli elementi necessari a renderlo completo. Si poteva sicuramente approfondire di più in alcuni aspetti, ma non manca comunque nulla. Ci viene presentata una finestra sul Gioco di Ruolo chiara e puntuale, utile tanto all’appassionato che voglia mettere insieme i pezzi di ciò che già conosce, quanto al curioso che vuole saperne di più. Ed è questa la cosa in cui questo volume riesce meglio, che è poi anche l’intenzione dichiarata in apertura.

Daniele Prisco scopre e si appassiona al Gioco di Ruolo nei primi anni ’90. Negli anni promuove il Gioco di Ruolo e il Gioco da Tavolo attraverso associazioni e pubblicazioni. Per Lucca Comics & Games si occupa come giurato del premio Gioco di Ruolo dell’Anno.

Ad

Andy

Figlio degli Anni 80, svezzato a pane e cartoni animati giapponesi, in tenera età scopro la passione per i videogiochi, per arrivare poi finalmente a giochi da tavolo e di ruolo.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio