Cronache

La vita del giocatore da tavolo in un film. Sarà possibile?

Timbro letto per voi
 
Ci siamo!!! Finalmente un film che esalta, affascina, inebria di positività e intelletto il mondo dei giochi da tavolo. Che fa capire finalmente ai babbani dei GdT che magnificenza può uscirne da una serata raccolti intorno ad un tavolo. Ah no, queste erano solo le mie umili, ingenue speranze. Ma quindi, un film bello e recente sulla vita del giocatore da tavolo sarà possibile?
Parliamo del film Murder Bury Win…

Murder Bury Win

Film indipendente di Michael Lovan che racconta la vicenda di tre appassionati di giochi da tavolo che hanno creato il loro primo gioco chiamato appunto “Murder Bury Win“. Lo scopo di esso è di uccidere una persona e sbarazzarsi del corpo. Sfortunatamente, non riescono a ottenere alcuna trazione dal crowdfunding e quindi il loro titolo rimane senza finanziamenti, finché un uomo misterioso non organizza un incontro con il trio nella sua loggia isolata e segreta.

Si scopre essere qualcuno che, a quanto pare, può realizzare i loro sogni: acquisterà i diritti sul loro gioco a patto di ottenere il merito esclusivo dell’invenzione. Il benefattore si rivela essere V.V. Stubbs (Craig Cackowski), rinomato creatore di giochi da tavolo indipendenti e idolo dei protagonisti. La premessa del loro gioco fantasy inizia a diventare realtà quando Stubbs viene ucciso in uno strano incidente, costringendo Chris, Adam e Barrett a fare i conti con il destino incerto del loro gioco e di un cadavere. Cosa fare? Se solo avessero la guida di un gioco il cui obiettivo è farla franca con l’omicidio…

Film sul giocatore da tavolo - Murder Bury Win
Il gioco Murder Bury Win

Film sulla vita del giocatore da tavolo

La prima volta che vidi il trailer rimasi con la testa fumante per parecchio tempo. Ero un mix di sbigottimento, entusiasmo, allucinazione e incomprensione. Emozionatissima che finalmente uscisse un film sulla vita del giocatore da tavolo con prodotti moderni, mi aspettavo davvero una svolta epocale dal nuovo millennio, invece rivedo spiacevolmente in esso gli stessi estenuanti cliché.

Cito alcuni stereotipi di Murder Bury Win

TUTTI UOMINI: che noia, basta con questa banalità! Sembra di essere ancora nel medioevo. Dichiarazione ufficiale: ci sono donne che amano i giochi da tavolo e chi no, ci sono uomini che amano giochi da tavolo e chi no. Non siamo tutti uguali e il sesso non pregiudica la piacevolezza di nessun argomento nella vita. Tutto chiaro??? Bene, passiamo oltre.

La vita del giocatore da tavolo in un film: Murder Bury Win
I board games, universo maschile?

TRASPOSIZIONE DAL GIOCO ALLA REALTA’: diciamocelo apertamente, quando qualcuno entra nelle nostre case e si ritrova librerie con varie quantità di giochi da tavolo la cosa non passa mai mai mai inosservata, per fortuna. Di commenti ne abbiamo sentiti a iosa di chi non comprende la follia di spenderci dei soldi, tanti o pochi che siano (infatti per mio padre è sempre un colpo al cuore entrare nella mia living room), o di chi ci reputa dei bambini mai cresciuti che ancora “giocherellano” (sindrome di Peter Pan non mi abbandonare mai allora), o altri che mi dicono “Ma non ne hai troppi? Ma che ci fai?” (E indovina un po’ illustre genio delle mie braghe?!?).

Se avessi avuto scaffali pieni di videogiochi forse sarebbero passati inosservati considerati alla “moda” e nella normalità, ma che anche loro vivono di una fama poco piacevole. Si è troppe volte insinuato che i giovani si identificano troppo con essi tanto da trasferire il videogame alla realtà. Con questo film sembra proprio lo stesso concetto… Non è che se gioco a Kill the Unicorns (vincitore del premio Gioco dell’Anno 2020) allora vado in giro ad uccidere equini!

Film sul giocatore da tavolo
Abbiamo un cadavere

IL GIOCO DA TAVOLO DELLA PELLICOLA:  ma cos’è? Che tabellone triste e insulso e che materiali sono quelli? Questo dovrebbe rappresentare i giochi moderni? Per favoreeeee… non ci si fa una bella figura. Un mix tra Jumanji e Il Gioco della Vita. Ma voglio credere che vuole essere solo un prototipo e non il gioco finale.

Murder Bury Win
Dettaglio del gioco

Campagna Kickstarter e Festival

Questo progetto ha avuto una campagna Kickstarter superata per il rotto della cuffia; con un obiettivo di 10.000$ sono riusciti a superare a stento gli 11.000$. A quanto pare però ha avuto ottimi voti dalla critica e ora è candidato al Golden Gate International Film Festival come thriller/comico dark di 90 minuti. Il regista durante un’intervista ha parlato di sé e di come sia cresciuto giocando ai GdT con il suo migliore amico. Dice che in questo film ha voluto parlare della cultura del gioco da tavolo, competizione contro collaborazione, che viene valutato solo per un pubblico di nicchia.

Film sul giocatore da tavolo
Cosa vi ricorda?

A questo punto spero tanto il film voglia essere una parodia della vita del giocatore da tavolo, di come veniamo delle volte visti in modo bizzarro e magari farmi smontare tutte le prime impressioni del trailer, dove si intravede uno scaffale pieno di Expoding Kittens chiamato Puppies on Fire (già questo mi dà un minimo di fiducia).

Immagini prese dalla campagna Kickstarter al link: https://www.kickstarter.com/projects/michaelovan/murder-bury-win-feature-film-and-board-game?lang=it

Se acquisti su Amazon (frequentemente o sporadicamente), puoi aiutare Fustella Rotante cliccando sul banner riportato di seguito, o sui link che hai trovato nell’articolo. Non ti verrà addebitato nessun extra per il tuo eventuale acquisto, mentre Fustella Rotante potrà contare su una piccola (ma importante) commissione. Grazie!

 

Lo sai che ora puoi ascoltare i nostri articoli invece che leggerli?

Logo DungeonDice.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button