Cronache

Fabula Deck for Kids. Ovvero: Bravissimo

Timbro letto per voi

Nel momento stesso in cui ho iniziato a padroneggiare un po’ lo strumento della scrittura, ho iniziato a scrivere storie. Credo sia stato più o meno in terza elementare. Ricordo ancora distintamente il piacere che provavo nel buttare giù pagine e pagine di quadernoni piene zeppe dei miei racconti. Le maestre, ormai rassegnate, si sorbivano questi minideliri di cinque, sei, sette pagine piene zeppe di personaggi assurdi, colpi di scena telefonati e battute che facevano ridere soltanto il me ottenne. Per le insegnanti ogni volta si trattava di un rinnovato supplizio, ma restava il fatto che mi riempivano di “Bravissimo” e io continuavo imperterrito a scrivere. Mi chiedo cosa sarebbe riuscita a partorire la mia piccola mente malata se avessi avuto a disposizione uno strumento come Fabula Deck for Kids.

Le carte

C’era una volta Fabula Deck

FDfK nasce da un’idea di Matteo di Pascale e Andrea Binasco, fondatori della casa editrice indipendente Sefirot e autori del fratello maggiore di questo progetto, Fabula Deck. Il loro mazzo di carte delle meraviglie è stato utilizzato per la stesura di romanzi e sceneggiature, riscontrando un ampio successo in tutto il mondo della creatività. Matteo e Andrea però, evidentemente, sanno bene che la fantasia non la si aiuta e non la si stimola soltanto da adulti. Riuscire infatti a trasformare Fabula Deck in uno strumento adatto anche ai bambini non deve essere stato soltanto una naturale prosecuzione del loro lavoro, ma una vera e propria missione. FDfK è il risultato di questa volontà e si prefigge l’ambizioso compito di insegnare ai più giovani una cosa straordinaria, magica, divina: l’Arte del Raccontare.

Ogni carta di Fabula Deck for Kids è uno spunto narrativo
Ogni carta di Fabula Deck for Kids è uno spunto narrativo

Un mazzo, infinite storie

Un mazzo di 34 carte diverrà il miglior compagno di giochi dei nostri bambini, aiutandoli ad acquisire la potente capacità di modellare le proprie idee per trasformarle in parole, poi in frasi, poi in racconti. Spunti narrativi, direbbe qualcuno, che permetteranno ai giovani storyteller di manipolare in maniera ordinata ma sempre libera i loro pensieri, plasmandoli fino a renderli storie. Dalla costruzione dei personaggi, passando per l’ambientazione, fino ad arrivare al vero e proprio flusso narrativo, Fabula Deck for Kids darà ai bambini tutti gli strumenti necessari per imparare a destreggiarsi con l’artigianato della parola. Un pezzo alla volta, un incastro alla volta, il meccanismo crescerà e si metterà in moto, alimentato dalla fantasia.

Matteo di Pascale e Andrea Binasco
Matteo di Pascale e Andrea Binasco

Fabule per tutti

Ci sono un paio di aspetti che mi hanno particolarmente colpito del progetto. Il primo riguarda la volontà di empowerement che sta dietro a FDfK: non solo i più piccoli impareranno a raccontare, ma acquisiranno tutte le chiavi di lettura per poter decifrare le varie forme di narrazione che si pareranno loro davanti. Una serie, un film, un fumetto, un libro, un gioco: riuscire a capire i segreti dietro questi corpi narrativi renderà i bambini più autonomi, più critici (in senso buono), più consapevoli. Visto il livello di certe produzioni pensate per i nostri ragazzi, lo ritengo un buon modo per creare un pubblico più maturo, esigente ed elevato.

L’altro aspetto è la scelta degli autori di utilizzare termini inclusivi sulle carte. Partendo dal presupposto che questo è molto più semplice da realizzare in inglese che in italiano (FDfK è disponibile in entrambe le lingue), la volontà di Matteo e Andrea è duplice, visto che va nella direzione di includere, senza creare barriere linguistiche per tutti coloro che vorranno “giocare” con il loro progetto. Dall’altra parte, c’è la scelta potentissima di non porre alcun tipo di limite allo slancio creativo.

Un personaggio può essere uomo, donna, non umano, vivente, altro e può amare tutto quello che vuole, può sentirsi tutto quello che vuole e può volere tutto quello che vuole, esattamente come chi tiene in mano le carte.

Matteo "Ufocinque" Capobianco, l'autore dell'artwork di FDfK
Matteo “Ufocinque” Capobianco, l’autore dell’artwork di FDfK

La campagna di Fabula Deck for Kids

La campagna scade tra un paio di settimane, ma come era facilmente prevedibile dal successo del “fratello maggiore”, Fabula Deck for Kids ha ampiamente raggiunto e superato il suo obiettivo. Qui trovate il link alla campagna.

Ho un paio di libri, sette/otto testi teatrali e decine di racconti da scrivere. Senza contare gli articoli per il Pabis. Prima o poi farò tutto. L’importante è che poi, alla fine, mi scrivete “Bravissimǝ”.

Tutte le immagini sono tratte dalla pagina della campagna Kickstarter.

 

Se acquisti su Dungeon Dice, puoi aiutare Fustella Rotante cliccando sul banner riportato di seguito, o sui link che hai trovato nell’articolo. Non ti verrà addebitato nessun extra per il tuo eventuale acquisto, mentre Fustella Rotante potrà contare su una piccola (ma importante) commissione. Grazie!

Dungeon Dice

 

Lo sai che ora puoi ascoltare i nostri articoli invece che leggerli?

Logo DungeonDice.it

Nicola Patti

Suo nonno e i suoi amici si mettevano davanti casa per giocare a briscola fino a notte. Lui voleva giocare con loro. E così è iniziato il suo amore per i card games. E poi giochi da tavolo, giochi di ruolo, giochi di ruolo dal vivo, videogames. Se solo non fosse uno dei peggiori strateghi e tattici sulla faccia della terra, se solo avesse voglia di leggere i regolamenti, se solo non fosse sfigato con i dadi sarebbe un ottimo giocatore. Da sempre sostiene che morire giocando è il secondo miglior modo per morire.

Articoli correlati

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button